Il riscatto di periodi assicurativi consiste nella valorizzazione ai fini pensionistici, dietro pagamento del relativo onere, di tipologie di periodi espressamente individuate dalla legge non coperti da obbligo contributivo, o scoperti per omissione contributiva non più sanabile per intervenuta prescrizione.  

In alcune situazioni è possibile avvalersi del riscatto di periodi assicurativi per incrementare la retribuzione accreditata in forma ridotta a seguito di particolari tipologie di accredito figurativo o in presenza di lavoro part-time.

Hanno diritto al riscatto tutti i lavoratori, compresi quelli disoccupati o inoccupati.

Il riscatto può essere richiesto per:  
  • studi universitari Formazione e studio Lavoro all’estero;
  • maternità Fuori Rapporto Lavoro Assistenza e cura ai familiari Interruzione o sospensione del rapporto di lavoro Inserimento nel mercato di lavoro Lavoro stagionale, temporaneo o discontinuo Lavoro a tempo parziale Integrazione di accredito figurativo Lavori socialmente utili Servizio civile volontario

 Il riscatto di periodi assicurativi avviene a domanda dell’iscritto o dei suoi superstiti e può riguardare tutto il periodo scoperto o solo una sua parte.

I contributi da riscatto sono utili sia per il diritto che per la misura di tutti i trattamenti pensionistici.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. informazioni sulla nostra privacy policy