La pensione supplementare può essere richiesta dal lavoratore, già titolare di una prestazione pensionistica principale, nel caso in cui possa far valere ulteriore contribuzione non sufficiente a perfezionare il diritto ad un’altra pensione con i requisiti contributivi normalmente richiesti.

La pensione supplementare spetta ai soggetti già titolari di una pensione a carico di un Fondo sostitutivo, esclusivo o esonerativo dell’AGO – Assicurazione Generale Obbligatoria - come ad esempio i dipendenti del pubblico impiego (ex INPDAP).

Spetta anche ai:

- titolari di pensione a carico del fondo di previdenza del Clero secolare per i ministri del culto delle confessioni religiose diverse dalla cattolica;

- titolari di assegni vitalizi corrisposti in sostituzione della pensione;

- familiari superstiti dei suddetti lavoratori.

Per i pensionati della Gestione lavoratori dello spettacolo è prevista la pensione supplementare in caso di contribuzione versata in una o più gestioni speciali dei lavoratori autonomi.

Sono esclusi dal diritto alla pensione supplementare nell’AGO:

- i titolari di pensione a carico di Casse e Fondi per liberi professionisti (medici, avvocati, ingegneri, ecc.);

- i titolari di pensione a carico della Gestione lavoratori dello spettacolo, per i quali è previsto un solo trattamento pensionistico per tutta la contribuzione versata presso le due gestioni;

- i titolari di pensione estera di un Paese non convenzionato con l’Italia;

- i titolari di pensione estera di un Paese convenzionato, in quanto godono del diritto alla totalizzazione dei periodi di lavoro svolti all’estero o in Italia e alla conseguente liquidazione della pensione pro-rata.

- i titolari di pensione a carico della Gestione Separata dei lavoratori parasubordinati.

Pensione supplementare Gestione separata

I lavoratori parasubordinati iscritti alla Gestione separata dell’INPS possono richiedere la pensione supplementare nella loro gestione qualora non raggiungono i requisiti per il diritto ad un’autonoma pensione nella gestione stessa, se titolari di una pensione a carico dell’AGO, delle forme esclusive e sostitutive della medesima, delle gestioni speciali dei lavoratori autonomi nonché delle gestioni previdenziali obbligatorie dei liberi professionisti.

Per ottenere la pensione supplementare è necessario, quindi:

- essere già titolare o avere in corso di liquidazione una pensione principale a carico di un Fondo sostitutivo, esclusivo o esonerativo dell'AGO;

- avere almeno 1 contributo settimanale o mensile versato nell’AGO;

- non possedere i requisiti di assicurazione e di contribuzione previsti per ottenere la pensione autonoma;

- aver compiuto l’età pensionabile prevista per la pensione di vecchiaia nel fondo dove si chiede la pensione supplementare;

- avere cessato il rapporto di lavoro dipendente.

La pensione supplementare decorre dal 1° giorno del mese successivo a quello di presentazione della domanda.



Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. informazioni sulla nostra privacy policy