in partnership con

Indennità 1.600 euro - Decreto Sostegni bis - Lavoratori incaricati alle vendite a domicilio (porta a porta)

Che cos’è l’indennità di 1.600 euro prevista dal Decreto “Sostegni-bis”?

Si tratta di un importo, erogato una tantum, previsto per specifiche categorie di lavoratori.

A chi spetta?

Agli incaricati alle vendite a domicilio, con un reddito annuo per il 2019, derivante da tali attività, superiore ad euro 5.000. Tali lavoratori devono avere partita IVA attiva e iscrizione alla Gestione Separata, alla data del 26 maggio 2021. È richiesto, inoltre, che gli stessi non siano iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie.

Tali lavoratori, non devono essere titolari di pensione diretta e di rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato (con esclusione del lavoro intermittente) alla data di presentazione della domanda.

Vuoi presentare la tua domanda?

Cosa spetta?

Una indennità pari a 1.600 euro.

L’indennità concorre alla formazione del reddito?

L’indennità non concorre alla formazione del reddito.

Casi di incumulabilità

  • Le indennità previste dal Decreto “Sostegni-bis” sono tra loro incompatibili e sono incompatibili con il ReM (Reddito di Emergenza) 2021.

Documenti da allegare

Per presentare la domanda è necessario allegare i seguenti documenti:

Documento d’identità

Documento di identità in corso di validità.

Mandato di patrocinio

che troverai nella domanda da stampare e firmare.

Scheda raccolta dati

che troverai nella domanda da stampare e firmare.

Vuoi presentare la tua domanda?

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. informazioni sulla nostra privacy policy