La certificazione per il riconoscimento del beneficio per lavori c.d. usuranti, attesta lo svolgimento di mansioni particolarmente faticose e pesanti e consente di accedere al pensionamento di anzianità con le c.d. quote.

La certificazione per il riconoscimento del beneficio per i c.d. lavori usuranti può essere richiesta dalle seguenti categorie di lavoratori:

  • impegnati in mansioni particolarmente usuranti; 
  • notturni a turni e/o per l’intero anno; 
  • addetti alla cosiddetta “linea catena”;
  • conducenti di veicoli, di capienza complessiva non inferiore a nove posti, adibiti a servizio pubblico di trasporto collettivo.
Oltre alla tipologia di lavoro svolto, è necessario che il lavoratore risulti in possesso di specifici requisiti di natura oggettiva chr riguardano la durata dello svolgimento della mansione c.d. usurante. 
La pensione è riconosciuta, infatti, ai lavoratori che, in possesso dei requisiti soggettivi richiesti, abbiano svolto una o più delle attività usuranti per un tempo pari: 
  • ad almeno sette anni negli ultimi dieci anni di attività lavorativa, compreso l’anno di maturazione dei requisiti, per le pensioni aventi decorrenza entro il 31 dicembre 2017;
  • ad almeno la metà della vita lavorativa per le pensioni con decorrenza dal 1° gennaio 2018 in poi. 
A seconda della categoria interessata, il soggetto deve perfezionare la c.d. quota, data dalla somma di età anagrafica e anzianità contributiva. 
- Per i lavoratori impegnati in mansioni particolarmente usuranti, per gli addetti alla cosiddetta “linea catena”, per i conducenti di veicoli adibiti a servizio pubblico di trasporto collettivo e per i lavoratori notturni a turni occupati per un numero di giorni lavorativi pari o superiore a 78 all'anno o per i lavoratori notturni che prestano attività per periodi di durata pari all'intero anno lavorativo, è richiesto il perfezionamento : 
  • di  quota 97,6 (somma di età e anzianità contributiva) con età minima di 61 anni e 7 mesi e anzianità contributiva minima di 35 anni, se la contribuzione è derivante da attività di lavoro dipendente; 
  • di quota 98,6 (somma di età e anzianità contributiva) con età minima di 62 anni e 7 mesi e anzianità contributiva minima di 35 anni, se la contribuzione è mista e, pertanto, derivante da attività di lavoro dipendente e autonoma.  
- Per i lavoratori notturni a turni occupati per un numero di giorni lavorativi da 72 a 77 all'anno, è richiesto il perfezionamento:
  •  di quota 98,6 (somma di età e anzianità contributiva) con età minima di 62 anni e 7 mesi e anzianità contributiva minima di 35 anni, se la contribuzione è derivante da attività di lavoro dipendente;
  • di quota 99,6 (somma di età e anzianità contributiva) con età minima di 63 anni e 7 mesi e anzianità contributiva minima di 35 anni, se la contribuzione è mista e, pertanto, derivante da attività di lavoro dipendente e autonoma.  
- Per i lavoratori notturni a turni occupati per un numero di giorni lavorativi da 64 a 71 all'anno:
  • di  quota 99,6 (somma di età e anzianità contributiva) con età minima di 63 anni e 7 mesi e anzianità contributiva minima di 35 anni, se la contribuzione è derivante da attività di lavoro dipendente;
  • di quota 100,6 (somma di età e anzianità contributiva) con età minima di 64 anni e 7 mesi e anzianità contributiva minima di 35 anni, se la contribuzione è mista e, pertanto, derivante da attività di lavoro dipendente e autonoma.  

Dal 1° gennaio 2017, la domanda di certificazione e la relativa documentazione minima (DM 21 settembre 2011, come modificato dal DM 20 settembre 2017), devono essere inviate all'INPS entro il 1° maggio dell'anno precedente a quello di maturazione dei requisiti agevolati.

Nel caso in cui la domanda venga presentata oltre i predetti termini, la decorrenza di pensione è differita: 
- di un mese, per un ritardo inferiore o pari a un mese;
- di due mesi, per un ritardo superiore ad un mese ed inferiore a tre mesi;
- di tre mesi, per un ritardo pari o superiore a tre mesi.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. informazioni sulla nostra privacy policy